07 Agosto 2018  09:24

Rai: il cda non può operare senza presidente

Eliana Corti
Rai: il cda non può operare senza presidente

©UsRai

 

È il parere legale richiesto da Usigrai, Fnsi e Odg

«Lo abbiamo detto con chiarezza nei giorni scorsi, lo ribadiamo oggi in vista della prossima riunione: il CdA della Rai non può operare senza un Presidente la cui nomina sia efficace per effetto del parere favorevole della Commissione di Vigilanza»: è quanto si legge nella nota congiunta di Usigrai, Fnsi e Odg i quali hanno chiesto parere legale sul tema agli avvocati Bruno Del Vecchio e Luigi Principati. «Di fronte al perdurare dello stallo, questa mattina abbiamo notificato copia del parere legale a nostra disposizione all’Amministratore Delegato e al Consiglio di Amministrazione della Rai, alla Presidente del Senato e al Presidente della Camera, e a tutto l’ufficio di presidenza della Commissione parlamentare di Vigilanza». Poiché la nomina del presidente della Rai deve avere l’approvazione dei due terzi della commissione di Vigilanza, spiegano i due avvocati, quest’ultima ha il potere di rendere inefficaci «eventuali decisioni del Consiglio di amministrazione che possano essere pregiudizievoli di tale ruolo di equilibrio, in un contesto politicamente assai denso. Ne consegue che non può assumere le funzioni di Presidente del Consiglio di amministrazione un consigliere cui sia stato denegato il parere favorevole della Commissione di Vigilanza, poiché ciò sottende un’inidoneità di esso consigliere ad assolvere tali funzioni […]». Inoltre, «il consigliere che esercita le funzioni di Presidente, in assenza di quest’ultimo, deve immediatamente convocare il cda per la nomina di presidente. Non vediamo possibili altri atti, i quali rischiederebbrro di essere affetti da inefficacia, nullità o, comunque, illegittimità; peraltro, rappresenterebbero atti adottati in frode della legge […]».

 

In queste ore, l’ufficio di presidenza della Comissione di Vigilanza sta facendo il punto sullo stallo dei vertici Rai: la Bicamerale ha chiesto di poter incontrare il ministro del Tesoro, Giovanni Tria.

Contenuti correlati : rai vigilanza

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 21 Ottobre 2015
    Sky Italia: ricavi a -4%
     Il primo trimestre dell’anno fiscale 2016 (luglio-settembre 2015) vede i ricavi di Sky Italia diminuire del 4%, attestandosi a quota 454mln di sterline.

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy