23 Maggio 2012  17:53

Lettera aperta dei documentaristi alla Rai

TVer
Lettera aperta dei documentaristi alla Rai

Doc/It esprime pubblicamente il proprio punto di vista sulla trattativa che la Rai ha in corso con Giovanni Minoli

L’associazione nazionale documentaristi italiani ha scritto una lettera aperta ai vertici e ai consiglieri d’amministrazione Rai per esprimere la propria preoccupazione per la trattativa tra Giovanni Minoli e la Rai, ritenendo un grave danno se lo staff di Minoli non venisse messo in condizione di lavorare come ha fatto finora. Solo nell’ultima stagione, grazie a “La storia siamo noi” e “Dixit”, la struttura diretta da Minoli ha realizzato circa 50 ore con circa 40 società di produzione indipendenti italiane (sia in appalto, sia in pre-acquisto), tra cui otto documentari in cui la Rai coproduce con Arte, Zdf, Yle, Sbs e altri broadcaster mondiali. Si tratta di uno staff di circa 50 persone per una produzione di mille ore di programmazione l’anno, che riesce a trasmettere ogni giorno almeno tre nuove ore di programma su diversi canali.

Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 04 Maggio 2020
    Come uscire dall’impasse?
    E' un numero particolare questo di Tivù, pensato e scritto, nonché più volte modificato, sull’onda degli eventi –...
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 26 Maggio 2017
    Diritti calcio: spezzatino Serie A
    Cinque pacchetti e otto finestre: i campionati di Serie A nel triennio 2018-2021 saranno a “spezzatino”. Il bando pubblicato dalla Lega Serie A

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy