15 Settembre 2016  10:56

Streaming musicale in grande crescita

Antonio Allocati
Streaming musicale in grande crescita

Pubblicato Music Consumer Insight Report 2016 di Ipsos Connect che mette anche in evidenza però il problema della violazione del copyright

Servizi streaming su abbonamento in grande crescita in tutto il mondo. È uno degli elementi di maggior spicco di “The Music Consumer Insight Report 2016”, report condotto da Ipsos Connect che esamina i comportanti dei consumatori musicali in 13 tra i mercati musicali leader. Secondo il report, infatti, il 71% degli utenti online tra i 16 e i 64 anni accedono ai servizi di musica online, e i servizi in streaming stanno diventando più popolari tra i giovani sotto i 25 anni. Un terzo dei giovani tra i 16 e i 24 anni paga normalmente per i servizi di streaming audio. YouTube è il servizio di musica online più utilizzato: 82% di tutti i visitatori di YouTube lo usa per ascoltare musica. La violazione del copyright rimane peraltro un problema significativo: il 35% degli utenti online accede a musica tramite servizi illegali. In particolare, il 49% degli utenti tra i 16 e i 24 anni ricorrono a servizi di ripping. Gli smartphone stanno acquistando spazio sostituendosi al computer come device più utilizzato. Commentando i dati della ricerca, Enzo Mazza, ceo Fimi, afferma: “Da questa ricerca emergono numeri valori positivi per la musica in Italia e nel mondo: i servizi di streaming in abbonamento stanno rivoluzionando le abitudini di ascolto e fruizione musicale e c'è una risposta positiva all'offerta presente sul mercato. Al cuore di questo cambiamento ci sono le aziende discografiche e gli investimenti che stanno compiendo nel settore digitale per supportare la creazione di sistemi sempre più innovativi di creazione e diffusione della musica."

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

ACCADDE OGGI

  • 14 Novembre 2006
    Adnkronos: in programma film on-line
    «Intendo trasformare la Giuseppe Marra Communications in una media company per essere pronti a sfruttare tutte le opportunità che si offrono con la banda larga».

Ricevi la Newsletter!

Homevideo

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy