25 Novembre 2005  00:00

Kazaa: ultimatum alla piattaforma p2p

THAA

Kazaa dovrà filtrare i contenuti illeciti del proprio servizio di file sharing entro il 5 dicembre. Altrimenti sarà costretta a chiudere. Questo è il senso dell’ultimatum che un tribunale australiano ha imposto a Sharman Networks azienda proprietaria della piattaforma. John Kennedy, Ceo di Ifpi, ha ribadito l’assoluta necessità che servizi come Kazaa adeguino la propria offerta alle leggi oppure abbandonino il mercato in favore di aziende che offrono servizi perfettamente legali.

Iscriviti alla nostra newsletter

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Homevideo

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy