12 Luglio 2018  11:46

Tornare a essere giocattolai

Silvia Balduzzi
Tornare a essere giocattolai

La case history di The Fox Giocattoli nell’intervista al titolare Alessandro Marziali

The Fox Giocattoli, nasce a Lanciano nel 2011, in provincia di Chieti e dopo sei anni di attività di negozio al dettaglio, si è trasformato in franchising, mantenendo la sua base logistica e amministrativa nella città natale, ma con un occhio verso il panorama nazionale. Ne abbiamo parlato con il titolare Alessandro Marziali.

Quale concept e pensiero è alla basa del negozi di oggi? Il negozio di oggi deve essere innovativo, sempre al passo con i tempi e dare un supporto professionale alla clientela, che ormai è sempre più preparata attraverso internet e che, quindi pretende, un giusto rapporto tra qualità del prodotto, prezzo e servizio offerto.

Con che tempistiche e metrature sono stati aperti? I negozi aprono in tre periodi l’anno gennaio, marzo e settembre, per venire incontro ai canvass offerti dall’aziende, in modo da offrire sin dal primo giorno un punto vendita aggiornato a ottimi prezzi. I metri quadrati variano dagli 80 ai 120 di media, ma ovviamente serviamo ogni tipo di punto vendita.

Quali sono le loro caratteristiche principali? I punti vendita sono caratterizzata da una grande cura dei particolari e da un design innovativo, che attira i clienti e favorisce la fantasia dei bambini, attraverso l’utilizzo di modelli 3D e vetrinette espositive dei giocattoli del momento.

Quali merceologie trattate nel punto vendita e in che modo? Trattiamo tutte le aziende del settore, dalle principali a quelle più particolari e di nicchia, inserendo anche un piccolo assortimento di modellismo. I negozi sono divisi in settori e per fasce d’età così da rendere facile l’individuazione del prodotto.

Quali performance hanno registrato i negozio del 2017? E nel 2018? Sicuramente la crisi è sotto gli occhi di tutti, anche se il Giocattolo risente di meno rispetto ad altri settori. È vero che, mantenendo un continuo aggiornamento dei prodotti e restando sempre aggiornati, la clientela di certo non manca.

Come viene attuata la selezione dei prodotti dei negozi? I prodotti vengono selezionati dal nostro staff in maniera meticolosa, in quanto sappiamo tutti che un articolo di successo fa vendere, mentre un prodotto non di successo crea fastidiose giacenze in negozio. La selezione, viene sicuramente fatta in base al rapporto qualità prezzo, all’investimento che l’azienda produttrice fa su un determinato giocattolo e sull’istinto dettato dall’esperienza.

Quali sono i punti fissi della politica dei suoi punti vendita? Fidelizzazione del cliente, attraverso campagne premi e raccolta punti, formazione costante dei titolari dei punti vendita, professionalità, gentilezza, ma soprattutto passione per la vendita dei giocattoli.

Come fidelizzate la clientela? Attraverso servizi di chat online, consulenza telefonica, servizio di consegne a domicilio, assistenza sui prodotti nel post vendita, fidelity card e raccolta punti e continui aggiornamenti tramite newsletter e sms.

Quali attività ed eventi in store organizzate per fidelizzare la clientela? Feste a tema, incontri con personaggi, concorsi e giornate dedicate al gioco.

Qual è il vostro rapporto con i Social Network? Attivo e collaborativo. Crediamo molto nel mondo social perché ci consente di metterci in contatto in modo immediato con i clienti

Avete dei progetti per il futuro? Sicuramente ampliare la nostra idea di negozi, rendendola sempre più competitiva nel tempo.

Quali previsioni per il 2018? Sicuramente di crescita.

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

Silvia Balduzzi - Toy Store

Contenuto Sponsorizzato

ACCADDE OGGI