30 Luglio 2018  14:17

Barbie e Hot Wheels, i top brand di Mattel

Silvia Balduzzi
Barbie e Hot Wheels, i top brand di Mattel

Il sito di Mattel Inc

Non mancano, però, le criticità da affrontare per il secondo trimestre della multinazionale. Le dichiarazioni di Ynon Kreiz, Chairman e CEO di Mattel

«Mattel è una società con un grande potenziale: vediamo molte opportunità, ma c'è stata una grande discrepanza tra le nostre performance finanziarie negli ultimi anni e dove dovrebbe essere la società. Mentre il settore si sta evolvendo, il mercato dei giocattoli continua a crescere e dovremmo essere in grado di invertire le nostre tendenze, data la nostra posizione solida e la qualità delle nostre attività. Detto questo, siamo in un momento di svolta e come previsto, abbiamo avuto un secondo trimestre che è stato caratterizzato principalmente dalla liquidazione di Toys ‘R’ Us. Allo stesso tempo, abbiamo assistito a una forte performance di Barbie e Hot Wheels e abbiamo compiuto progressi sostanziali nel nostro programma di semplificazione strutturale per ripristinare la redditività e migliorare la produttività nel breve termine. Il nostro obiettivo è trasformare Mattel in un'azienda di giocattoli ad alte prestazioni e sono fiducioso di disporre della squadra giusta, delle risorse giuste e della strategia giusta per raggiungere questo obiettivo e migliorare a lungo termine il valore per i nostri azionisti». Sono queste le parole con cui Ynon Kreiz, Chairman e CEO di Mattel, ha commentato i dati relativi ai risultati ottenuti nel secondo trimestre dell’anno. Secondo quanto comunicato dall’azienda e ripreso dalla stampa nazionale e internazionale, nel secondo trimestre le vendite nette in tutto il mondo sono state pari a 841 milioni di dollari, mentre il calo delle vendite registrato, pari a 240,9 milioni di dollari, è stato causato anche dalla liquidazione Toys ‘R’ Us. L’azienda, inoltre, ha annunciato una riduzione di oltre 2.200 posti di lavoro, pari al 22% della forza lavoro globale non manifatturiera, nonché la vendita pianificata di siti produttivi in Messico. Dato positivo, però, per i brand Barbie e Hot Wheels che continuano con un forte slancio. Le vendite lorde di Barbie aumentano del 12% e le vendite lorde di Hot Wheels aumentano del 21%, nonostante l'impatto della liquidazione di Toys ’R’ Us.

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

Silvia Balduzzi - Toy Store

Contenuto Sponsorizzato

ACCADDE OGGI