27 Marzo 2020  12:49

“Tenere aperto? Non c’è molta altra scelta”

Redazione Web
“Tenere aperto? Non c’è molta altra scelta”

Massimo Arosio, co-titolare del pv Arosio Luce-Expert di Lissone (Mb), commenta la decisione di non chiudere l'attività

Continua il viaggio di Duesse tra i retailer per comprendere le decisioni che hanno spinto i singoli operatori a tenere aperto (o meno) in un momento di forte emergenza nazionale causata dal corona virus.

Massimo Arosio, co-titolare del punto vendita Arosio Luce-Expert di Lissone (Mb), commenta così la decisione di tenere aperto (in ottemperanza del Decreto Legge DCPM 23/03/2020): “Inizialmente abbiamo comunicato via Facebook che avremmo chiuso e avremmo fatto solo servizio di emergenza: noi eravamo in negozio, il cliente sarebbe stato seguito via telefono e garantivamo la consegna a domicilio. Abbiamo però constatato una pressione sempre maggiore sull’informatica: le richieste iniziavano a essere pressanti, vuoi per il grande ricorso allo smart working, e questo ci ha in qualche modo fatto tornare sui nostri passi, abbiamo riaperto ma non con accesso al pubblico in negozio. Devo dire che la scelta di restare aperti è anche dovuta al fatto che le spese a fine mese ci sono ancora, quelle non ce le risparmia nessuno. Non siamo una multinazionale che può permettersi di chiudere. Avevano in serbo l’apertura di un altro negozio a fine giugno, per il quale abbiamo sottoscritto un mutuo, adesso non so quando e come si concluderà e proseguirà il progetto….

Com’è cambiato il lavoro in quest’ultimo periodo?

Intanto abbiamo operativi due commessi contro i sei soliti che sono collegati con la clientela via WhatsApp. Tramite l’App mandiamo foto e dettagli sui prodotti e se la vendita viene finalizzata provvediamo alla consegna delle merce.

C’è qualche richiesta che si sente di sottolineare all’Associazione di categorie o alle Istituzioni?

La verità è che in questa situazione tutti sono stati lasciati soli. Basta pensare che molti negozi della Gd despecializzata il sabato e la domenica vendono tranquillamente prodotto di elettronica ed elettrodomestici.Non c’è alcun controllo in questo senso. Sarebbe auspicabile una maggior sorveglianza per chi sta cercando di lavorare in questa situazione davvero difficile, perseguendo dei risultati.

Anche le informazioni per aprire o meno sono arrivare senza nessun tipo di preavviso: il venerdì sera per il sabato e la domenica!

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

ACCADDE OGGI