03 Novembre 2015  09:45

Nel futuro non device connessi, ma un unicum integrato

Elena Reguzzoni
Nel futuro non device connessi, ma un unicum integrato

All’annuale forum MediaTek conferma che la nuova frontiera è l’IoT: nel 2020 saranno 20 miliardi gli oggetti intelligenti

 

All’annuale forum di Londra, MediaTek, colosso dei semiconduttori e microprocessori, conferma che il presente è dominio dei mobile, tanto che entro il 2020, quindi entro 4 anni, oltre l’80% della popolazione adulta mondiale avrà uno smartphone. Il futuro della tecnologia però sarà nell’IoT: entro 4 anni saranno 10 milioni gli sviluppatori – dagli attuali 4,5 milioni – attivi su questa nuova frontiera. Di pari passo se entro fine dell’anno si stima saranno circa 4,9 miliardi gli oggetti connessi, nel 2020 saranno oltre 20 miliardi: “se però oggi il mondo hi tech è fatto di gadget connessi, ma separati fra loro, nel futuro avremo device e oggetti che formeranno un unicum ovvero non solo si scambieranno dati, ma condivideranno risorse sia a livello software sia hardware, e tutto sarà facile da usare e con prezzi accessibili”. Non a caso il colosso taiwanese ha rilasciato due kit di sviluppo per l’HomeKit, la piattaforma sviluppata da Apple per la Casa Intelligente.

Contenuti correlati : MediaTek microprocessori HomeKit semiconduttori mobile connessione smartphone IoT
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

skynet

adesso aspettiamo Terminator

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

ACCADDE OGGI