17 Giugno 2019  14:08

Huawei e l’impatto dei bandi USA

Aldo Cattaneo
Huawei e l’impatto dei bandi USA

Ren Zhengfei, fondatore e CEO di Huawei Technologies

Le restrizioni imposte dall’amministrazione Trump “costeranno” 30 miliardi sul fatturato per il 2019 e il 2020. “Ma nel 2021 torneremo a crescere”

Il fondatore e CEO di Huawei Technologies, Ren Zhengfei, ha detto che l'impatto dei divieti statunitensi sulla società cinese è stato più grave del previsto e ha sottolineato che le entrate si abbasseranno a circa 100 miliardi per quest'anno e il prossimo, quindi con una perdita di circa 30 miliardi l’anno. Le spedizioni internazionali di smartphone di Huawei scenderanno del 40%, ha detto il Ceo, senza specificare un periodo. Bloomberg ha riferito nei giorni scorsi che il gigante tecnologico si stava preparando per un calo dal 40% al 60% delle spedizioni internazionali di smartphone. Huawei aveva registrato un fatturato di 104,16 miliardi di dollari l'anno scorso e alcuni mesi fa aveva previsto entrate pari a 125 miliardi di dollari per il 2019. "Non ci aspettavamo che ci avrebbero attaccato su così tante aree di business", ha detto Ren, ma ha aggiunto che si aspetta un rilancio del fatturato già nel 2021. "Non possiamo ottenere forniture di componenti, non possiamo lavorare a stretto contatto con molte università, non possiamo usare nulla con componenti statunitensi e non possiamo nemmeno stabilire una connessione con le reti che usano tali componenti”. Zhengfei, tuttavia, ha detto che Huawei non taglierà la spesa per la ricerca e lo sviluppo, nonostante il previsto colpo alle finanze della società e non prevede licenziamenti su larga scala.

Contenuti correlati : Ren Zhengfei huawei usa bandi smartphone trump

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy