09 Novembre 2005  00:00

Cellulari: il ministero avvia una verifica sulla Tv mobile

TCrr

La consultazione durerà 30 giorni, affiancandosi a quella già avviata dall'Autorithy sullo standard Dvb-h

Facendo seguito a quanto annunciato dal Ministro delle comunicazioni Mario Landolfi qualche giorno fa, il ministero ha avviato una consultazione pubblica sulla Tv mobile al fine di verificare se sussistono le condizioni per un uso flessibile e condiviso delle frequenze digitalizzate, senza attendere l’avvio di processi di pianificazione internazionale che ritarderebbero ulteriormente, e oltre l'orizzonte della convenienza economica l'introduzione della Tv sul telefonino. La consultazione, alla quale sono invitati a partecipare tutti gli operatori interessati entro 30 giorni dalla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, si accompagna a quella più specifica avviata dall'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni sullo standard Dvb-h in seguito all'accordo siglato tra Tim e Mediaset (vedi notizia e-Duesse del 6/10/2005). La consultazione da parte del ministero riguarda in generale il settore della televisione mobile per capire: quale mercato ci si possa aspettare, quale modello di business sia più adeguato, quali siano i soggetti interessati, quale modalità (nazionale, regionale, locale) adottare per l'introduzione della Tv sul telefonino, quando arriveranno i servizi e quali investimenti saranno necessari. In questo modo, si legge nel documento del ministero, “sarà così possibile valutare le modalità più idonee per offrire ai gestori di telefonia mobile e agli operatori televisivi tradizionali la possibilità di una sperimentazione pubblica, con l'obiettivo di accelerare il più possibile l'introduzione dei servizi di televisione mobile in un contesto di mercato che tenga conto delle esigenze di sviluppo dei singoli attori”.

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

ACCADDE OGGI