25 Settembre 2015  11:56

Usa, l’antipirateria che non funziona

Antonio Allocati
Usa, l’antipirateria che non funziona

Critiche per il Sistema del Notice Takedown ritenuto oneroso e inadeguato dall’industria

Il sistema antipirateria del “notice takedown” (rimozione o blocco dei contenuti illegalmente diffusi via Web dopo la segnalazione)? Non funziona. È questo il perentorio giudizio espresso dal numero uno della Riaa (Recording Industry Association of America) Cary Sherman che, scrivendo una lettera a Forbes, mette in luce gli aspetti critici del sistema giudicato orami inadeguato a fronteggiare la pirateria su Internet - “abbiamo a che fare con realtà internazionali che adottano sofisticate tecnologie, e offrono su Internet musica senza pagare” – e, peraltro anche oneroso, per gli aventi diritto (le case discografiche e gli autori) che sono costretti a inseguire continuamente le frequentissime infrazioni. Proprio la questione dell’inadeguatezza del sistema previsto dal Digital Millemium Copyright Act è peraltro al centro di un documento che a inizio anno lo US Copyright Office aveva redatto anche per lanciare l’allarme sul proliferare della pirateria senza che ci sia una strategia in grado di fronteggiarla.

Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 26 Novembre 2020
    E-DUESSE.IT, MAI COSÌ ESSENZIALE
    Già dai primi albori di Duesse Communication nel 2000 era chiara la necessità di informare, stimolare e aggiornare l...
Paolo Sinopoli

ACCADDE OGGI

  • 02 Dicembre 2015
    La riscossa di M2 Pictures
    «Il 2015 per noi non è stato un anno entusiasmante, ma l’anno prossimo ci vedrà di nuovo lavorare con passione e precisione nei dettagli».

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy