12 Settembre 2018  10:21

I premi di I Wonder Pictures all'esercizio

Stefano Radice
I premi di I Wonder Pictures all'esercizio

Andrea Romeo, General Manager di I Wonder Pictures (foto courtesy of I Wonder Pictures)

Ufficializzati i vincitori per il miglior marketing territoriale legato alle I Wonder Stories. L'iniziativa si aprirà anche ai film

Ripartono a ottobre le I Wonder Stories, l’appuntamento mensile di I Wonder Pictures con i documentari. In occasione del secondo anno delle I Wonder Stories, I Wonder Pictures ha avviato un’iniziativa per gli esercenti che decidono di abbracciare il progetto e ha offerto un contributo economico per il sostegno delle attività di marketing territoriale messe in atto dalle sale per sostenere i film. Sulla base dei 19 progetti arrivati dai cinema di tutta Italia dal 20 luglio scorso al 10 settembre, una commissione interna all’ufficio commerciale e marketing di I Wonder Pictures ha selezionato i migliori sulla base dei criteri di creatività, fattibilità, efficacia e innovatività. Ecco dunque la lista dei progetti selezionati:

Prima posizione – contributo di 3mila euro

  • Anteo Palazzo del Cinema, Milano

Seconda posizione – contributo di 2mila euro

  • Giometti Cinema, Rimini

Terza e quarta posizione, ex aequo – contributo di 750 euro a testa

  • Multisala Cinema Edera, Treviso
  • Cinema Stensen, Firenze

Posizioni dalla quinta alla decima (in ordine alfabetico) – contributo di 500 euro a testa

  • Area Metropolis 2.0, Paderno Dugnano (MI)
  • Cinema Arsenale, Pisa
  • Cinema Astra, Modena
  • MPX - Multisala Pio X, Padova
  • Cinema Odeon, Firenze
  • Il Regno del Cinema, Milano, Brescia e Crema (CR)

Vista l’alta adesione, in aggiunta ai contributi già previsti sono stati aggiunti 4 ulteriori contributi da 250 euro l’uno, che andranno a:

  • Multisala Ariston, Mantova
  • Cinema Teatro Del Borgo, Bergamo
  • Cinema Eden, Arezzo
  • Multisala Impero, Bra (CN)

«Siamo entusiasti della velocità con cui le sale hanno colto al balzo questa occasione», commenta Andrea Romeo, General Manager di I Wonder Pictures. «Siamo curiosi di vedere come le progettualità saranno applicate e quali saranno i risultati in termini commerciali, certi che questa sia una buona pratica che reitereremo con continuità sulle I Wonder Stories e che abbiamo deciso di applicare anche per l’uscita in sala del film La promessa dell'alba di Eric Barbier e con Charlotte Gainsbourg e Pierre Niney, con una call for projects che partirà a brevissimo in vista dell’uscita del film il 29 novembre. Siamo certi che nell’epoca di Netflix un attento lavoro di comunicazione e marketing sul territorio da parte delle sale sia la nuova e imprescindibile modalità dell’esercizio, l’unica in grado di riportare la sala al centro dell’esperienza di fruizione cinematografica». I primi eventiin programma delle I Wonder Stories saranno: Renzo Piano: l'architetto della luce di Carlos Saura (14-17 ottobre); Almost Nothing. Cern: la scoperta del futuro di Anna de Manincor (18-21 novembre); The Eyes Of Orson Welles di Mark Cousins (16-19 dicembre); Matangi / Maya / M.I.A. di Steve Loveridge (20-23 gennaio).

Contenuti correlati : i wonder stories romeo i wonder

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 03 Dicembre 2018
    Guardiamo avanti, con ottimismo
    Volenti o nolenti le Giornate Professionali di Sorrento sono da sempre un passaggio cruciale per il mercato.
Stefano Radice

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy