11 Giugno 2018  14:50

Global Cinema Federation difende le window

Paolo Sinopoli
Global Cinema Federation difende le window

(© Getty Images)

La federazione ha espresso la sua posizione su alcuni temi nell’interesse degli esercenti di tutto il mondo

Global Cinema Federation ha presentato oggi nell’ambito di Cineeurope (11-14 giugno, Bercellona) un documento a tutela di alcuni temi nell’interesse degli operatori cinematografici di tutto il mondo. «Nel suo primo anno di attività, GCF ha identificato alcuni argomenti vitali per gli esercenti di tutto il mondo», ha dichiarato Alejandro Ramirez Magan, Ceo di Cinépolis e chairman di GCF. Tra i punti che figurano nel documento, ampio spazio è stato dedicato alla tutela della window cinematografica; "Priorità degli esercenti è difendere il periodo esclusivo di sfruttamento del film in sala. La window cinematografica è parte integrante di un accordo commerciale tra esercenti e distributori. Fare uscire un film con una window ridotta è un atto inaccettabile per il business”. Global Cinema Federation ha, inoltre, sottolineato come i cinema siano la prima linea per prevenire il fenomeno del camcording in sala. “Per contrastare la pirateria è importante anche creare awarness tra i consumatori”.

Nel comitato esecutivo di Global Cinema Federation rientrano i seguenti circuiti: AMC, Cinemark, Cineplex, Cinépolis, Cineworld, CJCGV, Event Cinemas, Les Cinema Gaumont Pathé, Toho Cinemas, Vue International e Wanda Cinema, a cui si agguingono le associazioni Nato e Unic.

EDITORIALISTI

Stefano Radice

ACCADDE OGGI