13 Luglio 2005  00:00

Festival di Locarno: in concorso ‘La guerra di Mario’ di Antonio Capuano

BOap

Presentato il programma della 58ª edizione, l’ultima diretta da Irene Bignardi, che si terrà dal 3 al 13 agosto nella cittadina svizzera

È stato presentato oggi alla stampa il 58° Festival internazionale del cinema di Locarno (3-13 agosto), l’ultimo guidato da Irene Bignardi che dopo 5 anni lascia la direzione artistica. “Dopo un lustro di attività in cui è stato possibile lasciare una traccia nella memoria e sulla carta con le pubblicazioni del festival – ha dichiarato Irene Bignardi - voglio dedicarmi ad altro ma anche vivere una vita più tranquilla”. Dei 15 titoli selezionati per il concorso internazionale, uno solo è italiano: ‘La guerra di Mario’ di Antonio Capuano con Valeria Golino, Marco Grieco, Andrea Renzi e Anita Caprioli; la pellicola è prodotta da Fandango e Indigo Film in collaborazione con Medusa che la distribuisce nelle sale. Due, inoltre, le coproduzioni che coinvolgono il nostro Paese: ‘Keller – Teenage Wasteland’ di Eva Urthaler (Austria, Germania e Italia) e il documentario di Edo Bertoglio ‘Face Addict’ coprodotto da Downtown Pictures e dalle svizzere Amka e RTSI. Due rappresentanze del nostro Paese anche nel concorso video, si tratta del documentario ‘58%’ di Vincenzo Marra e di ‘Raccionepeccui’ di Giuseppe Bertolucci. Per quanto riguarda le proiezioni in Piazza Grande, la cui curatrice Teresa Cavina lascerà come Irene Bignardi il proprio posto dopo 8 anni di attività per il festival, mancheranno i blockbuster, a causa del pericolo pirateria. Saranno invece presentati la versione restaurata di ‘Nashville’ di Robert Altman (a 30 anni dalla sua uscita) e quattro film in omaggio ad altrettante personalità del cinema: John Malkovich (‘Being John Malkovich’ di Spike Jonze) e Vittorio Storaro (‘One from the heart’ di Francis Ford Coppola) - premiati con Excellence Award –, Wim Wenders (‘Don’t come knocking’) e Abbas Kiarostami (‘Sotto gli ulivi’), premiati con i Pardi d’Onore. Un Pardo d’Onore sarà assegnato anche a Terry Gilliam di cui però non sarà proiettato alcun film. Infine, la retrospettiva della 58ª edizione del festival di Locarno è dedicata a Orson Welles: intitolata ‘The Magnificent Welles’ è stata definita per ricchezza di contenuti la più importante sul grande autore mai realizzata.

EDITORIALISTI

  • 03 Dicembre 2018
    Guardiamo avanti, con ottimismo
    Volenti o nolenti le Giornate Professionali di Sorrento sono da sempre un passaggio cruciale per il mercato.
Stefano Radice

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy