17 Luglio 2013  17:42

Addio a Vincenzo Cerami

BOvn
Addio a Vincenzo Cerami

Vincenzo Cerami

È morto a 72 anni dopo una lunga malattia. Apprezzato sceneggiatore, aveva stretto sodalizi con Bertolucci, Amelio, Bellocchio e soprattutto con Benigni

È scomparso a Roma dopo una lunga malattia Vincenzo Cerami, scrittore, drammaturgo e sceneggiatore che insieme a Roberto Benigni firmò ‘La vita è bella’. Aveva 72 anni. Allievo di Pier Paolo Pasolini, di cui fu aiuto regista negli anni 60 per ‘Comizi d'amore’ e ‘Uccellacci e uccellini’, dopo i primi successi, tra cui il romanzo “Un borghese piccolo piccolo”, divenne presto il cosceneggiatore di Bernardo Bertolucci, Sergio Citti, Marco Bellocchio, Gianni Amelio, anche se la sua collaborazione più riuscita e longeva fu con Roberto Benigni con cui scrisse tutti i film da lui diretti negli ultimi 25 anni. Oltre alle onorificenze ricevute dalla presidenza della Repubblica come la nomina a Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana (2001) e la Medaglia d’oro ai benemeriti della Scuola della Cultura e dell’Arte (2005), Cerami aveva vinto due David di Donatello: uno nel 1998 per la sceneggiatura de ‘La vita è bella’ e l’altro quest’anno come omaggio alla sua carriera, che gli era stato consegnato e ritirato simbolicamente dagli amici Benigni e Nicola Piovani. Tra le tante reazioni di uomini del mondo dello spettacolo alla notizia della sua morte, anche il cordoglio espresso dal ministro Mibac, Massimo Bray che in una nota ha dichiarato: «Vincenzo Cerami è stata una figura straordinaria per la cultura del nostro paese, autore di pagine che rimarranno indelebili nella storia del cinema mondiale».

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

Stefano Radice

ACCADDE OGGI