29 Giugno 2020  10:01

Simone Micheli: “Così guarderemo avanti”

ARIANNA SORBARA
Simone Micheli: “Così guarderemo avanti”

Simone Micheli by Rossano Maniscalchi

Per il noto architetto toscano, alterazione, ibridazione, contaminazione sono le parole chiave del mondo che verrà: varieranno i dettagli e i sistemi dei luoghi connessi alla dimensione del benessere e l’uomo articolerà i propri movimenti in un rinnovato spazio attraverso inesplorate ritualità.

Ogni volta che parliamo con Simone Micheli, architetto e designer toscano, escono sempre spunti interessanti e visioni innovative sul mondo del progetto e del design. Questa volta, il tema portante è come il Covid e l’emergenza di questi mesi influenzerà, o addirittura cambierà, il modo di progettare. Ne è uscita una bella chiaccherata…Come ha vissuto Simone Micheli questo periodo? È stato un periodo di riflessioni di nuovi pensieri, nel quale ho progettato, ho corso molto stando fermo! Gli studi hanno continuato in smart working a lavorare sviluppando progetti di sviluppo immobiliare e di design. Avendo studi in varie città del mondo da tempo utilizziamo connections virtuali per cui logisticamente, per noi non è cambiato molto! Abbiamo lavorato su una tematica di progetti legati al Covid disegnando nuovi scenari per un nuovo mondo.… e come sarà questo “mondo post-Covid”?Certamente sarà una realtà diversa da quella a cui siamo abituati e dobbiamo ancora capire cosa accadrà. Potremo avere un mondo migliore, ma siamo noi a doverlo costruire e a fare sì che questa tragedia, almeno, ci insegni e ci lasci qualcosa. Non dovrà essere la paura a soffocarci, ma il coraggio a guidarci, osare intelligentemente e investire nella ricerca e nella cura. A lei cos’ha insegnato? Cosa le rimarrà di tutto questo?È stato un periodo, non ancora terminato, che mi ha permesso di dare ancora maggiore valore alle cose semplici, agli affetti, all’amicizia, al rispetto. Mi rimarrà dentro, comunque, un vuoto, per gli amici scomparsi in brutalissima maniera, un senso di sospensione dalla vita che siamo stati fin ora abituati a vivere secondo certi precisi riferimenti adesso alterati.Cambierà il suo approccio al design e all’architettura?No, non sarà diverso. Pro-gettare significa gettare avanti, guardare avanti. Costruire ponti tra ciò che c’è e ciò che deve ancora arrivare. Ogni opera è il frutto delle esperienze vissute, influenzata dalle dinamiche politiche, economiche e comportamentali che abbiamo attorno. Ogni opera è espressione della società che l’ha generata. Progettare, significa analizzare i bisogni e le necessità dell’uomo per dare risposte concrete, significa costruire strumenti per un futuro migliore.

Leggi l'intervista integrale sull'ultimo numero di AB abitare il bagno: Apple Store e Google Play

Iscriviti alla nostra newsletter

EDITORIALISTI

  • 29 Giugno 2020
    Una nuova linfa
    “È nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere superato”.
Arianna Sorbara Ab - Abitare il bagno

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Bagno

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy