Editorialisti

28 Febbraio 2019

CELEBRARE LA STORIA

share Arianna Sorbara Ab - Abitare il bagno

Sono molte le ragioni per cui pensiamo sia giusto festeggiare 10 anni di Ab abitare il bagno con un numero speciale. Prima fra tutte, la possibilità di ringraziare le persone che ci hanno permesso di raggiungere questo obiettivo. A partire dai manager delle aziende che hanno creduto nel nostro progetto editoriale e hanno condiviso, sostenendoci fin dal primo numero, lo scopo di voler creare un mensile di informazione che mettesse al centro le persone, che parlasse di mercato e dei suoi prodotti, ma che fosse anche teatro di discussioni e dibattiti finalizzati a creare un link fra tutti gli attori della filiera. Poi, il retail, che fino a quel momento non trovava il giusto spazio sulle riviste, ha deciso (dopo un po’ di reticenza iniziale!) di aprirsi, mostrarsi, di raccontare l’evoluzione che stava vivendo e il ruolo che avrebbe avuto il negozio specializzato negli anni a venire. Perché ha capito che solo confrontandosi e guardando fuori dal proprio negozio, si cresce.

 

E gli agenti, categoria che più volte in questi ultimi anni si è dovuta mettere in discussione, ha capito il valore di uno strumento come il nostro e l’ha fatto suo anche nel lavoro quotidiano.

 

Infine gli architetti, i progettisti e i designer - che negli hanno assunto un ruolo crescente per

 

il comparto - ci hanno aiutato a disegnare il futuro di questa stanza che sempre più è diventata il cuore della casa, regalandoci progetti e disegni sul bagno del futuro, mostrandoci come sarà e come potrà evolvere la produzione. Grazie a tutti voi, e soprattutto ai lettori, che con i loro apprezzamenti, consigli e anche qualche critica sono stati uno stimolo fondamentale,

 

Ab è cresciuta, migliorata e cambiata.

 

La seconda ragione è perché un anniversario dà sempre la possibilità di ripercorrere la storia, di riviverla e analizzarla. Perché dalla storia si impara, e rileggere il passato è utile per guardare con occhi nuovi quello che verrà. Per questo abbiamo deciso di dedicare un ampio spazio ai fatti salienti: dai cambi di poltrona, alle acquisizioni, dai dati di mercato, ai premi, passando per le fiere, i prodotti e le voci dei tanti personaggi che sono stati protagonisti delle nostre Cover Story e delle nostre inchieste.

 

Con questo numero celebriamo un’intera industria, che è cresciuta e maturata, che ha passato

 

i 10 anni più duri della storia dell’arredo senza però lasciarsi abbattere, e rialzandosi.

 

Perché le nostre aziende, produttrici e distributrici, hanno dimostrato che non è necessario essere dei colossi per resistere agli scossoni che la crisi ha dato (anzi..!), ma che bisogna rimanere fedeli a sè stessi, avere l’acume di saper leggere gli eventi e di saper cambiare pelle quando serve. Buona lettura.

Arianna Sorbara Ab - Abitare il bagno

Testarda e amante delle sfide. Cancro ascendente vergine (e ho detto tutto). A sei anni sognavo di diventare pompiere o sassofonista di una jazz band. Poi, un giorno, scrivo il mio primo articolo e mi innamoro di questo mestiere.
Amo il mio cane Rudolph, le crêpes (ma rigorosamente quelle che si mangiano nel quartiere Saint-Germain-des-Prés, a Parigi), le piante grasse e gli scarponi da trekking consumati dalle tante camminate fatte tra le montagne del Trentino.
Sono in Editoriale Duesse dal 2006 e lavoro su Ab da quando era ancora solo un progetto. Del mio lavoro mi diverte il fermento quotidiano, dar fastidio alla concorrenza e scovare quelle notizie che nessuno ancora ha trovato. Ma, quello che mi affascina di più, è fermarmi a osservare le dinamiche che regolano il mercato dell’arredobagno per capire quali saranno le tendenze nel futuro.


Archivio